BLOG

Personal Wall Paper

Letto 546 volte 25 Ago 2014

Oggi la carta da parati,  oramai da tutti chiamata "wallpaper", ha riscoperto il suo splendore grazie a un concetto nuovo di decorazione murale. La carta viene realizzata con immagini ad effetto, foto artistiche, composizioni cromatiche astratte e moderne che non vanno mai inserite in tutte le pareti, come accadeva negli anni 70.  Solamente una parte, di norma quella di fronte alla porta d'ingresso alla stanza, riveste il ruolo principale, in modo che entrando, sia immediatamente visibile. Questo nuovo approccio verso la carta da parati mi ha fatto pensare che possa piacere anche a chi non l'ha mai considerata attentamente come elemento d'arredo, oppure lo ha fatto superficialmente. La carta da parati è invece, a tutti gli effetti, un elemento decorativo straordinario. E come tale va trattata!

Mi piace il concetto molto più moderno, più giovane e sicuramente molto più d'impatto rispetto ai tempi passati. Si tratta di un modo alternativo di trovare soluzioni d'arredo perché l'occhio, appunto, si focalizza sulla parete ricoperta dalla carta da parati piuttosto che su un oggetto decorativo. Non è davvero meraviglioso potere contare su un pezzo di carta per rivitalizzare e dare una personalità ad un certo ambiente? Oggi è possibile  trovarsi a contemplare una magnifica Tour Eiffer in salotto, un bosco incantato in camera da letto,  oppure uno squalo enorme nell'ufficio del proprio capo! Figurati oppure astratti, la scelta dei decori è davvero infinita!
Ma non finisce qui. Oggigiorno anche i clienti finali possono fornire l'immagine di proprio gusto da stampare su carta da parati: è così che è nata la Personal WallPaper: metti assieme le tue foto, il tuo stile, i tuoi interessi, le tue vacanze e i tuoi ricordi, a vecchie lettere, a dei bei pizzi, alle copertine dei vinili che ami, ai primi  disegni dei bambini. Tutto ciò che ti serve per realizzare il tuo affresco personalizzato è soltanto un'immagine digitale 1000x1000 pixel . Se non riesci a crearla tu stesso, invia il motivo che vuoi per le tue pareti e lo studio di design lo realizzerà per te!

Negli ultimi anni i prodotti per applicare il supporto al muro, hanno fatto passi da giganti e attualmente la carta "Easy Up" è semplice da applicare e può essere tolta con dei semplici prodotti a base di acqua!

Se sei incuriosito da questo nuovo concetto di carta da parati, passa in negozio. Possiamo, se ti fa piacere, organizzare un sopralluogo nella tua abitazione e simulare gratuitamente la carta prescelta nelle pareti di casa tua!

Calendario

« Novembre 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  

Archivio

Lo sapevi che ...

Sin dai tempi più antichi,  le popolazioni decoravano le pareti con disegni ed affreschi. Nelle varie civiltà antiche, le classi più agiate, iniziarono infatti a decorare le pareti con tessuti, affreschi, rivestimenti di legno, stucco o cuoio. Nel Medioevo, in Europa, si diffuse la tradizione araba degli arazzi, ossia particolare tappeti da parete per ornare le stanze. L'arazzo, può essere oggi definito l'antenato della odierna carta da parati. Poi nel XII secolo, durante la rivoluzione industriale, si inizi,  in Europa, ad importare carta dalla Cina e così naque l'usanza di dipindere la carta per poi attaccarla alle pareti.  Gli anni 70  furono gli anni del vero boom della carta da parati; in quegli anni, il supporto murale trovò la sua massima espressione:  tutti in casa avevano la carta da parati di ogni genere su tutte le pareti. Dopo il boom di quegli anni, l'utilizzo della carta subì una vera e propria battuta d'arresto, soprattutto per le notevoli difficoltà che si riscontravano quando si decideva di rinnovarla o sostituirla.

 

-

(+39) 349 4915190

-

VIA VICENZA 60 CAMISANO VICENTINO (VICENZA) ITALY

 

T

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.